20 maggio 2010

Vergate sul Membro


Vergate si colloca, facile immaginarlo, come ridente paesino della Brianza. Forse il più ridente di tutti, dato che basta pronunciarne il nome per allietare l'animo e lo spirito degli astanti come nemmeno in presenza abbondante di vino di bassa qualità.

Il Membro ne sfiora il piccolo centro storico ed infine lo separa dall'altro comune, posto leggermente più a valle, noto come Palate al Membro. Pur essendo due villaggi piccoli e sostanzialmente assai vicini, si digeriscono assai malvolentieri. Qualunque vergatese, interrogato sui rapporti con i palatini, risponde schiettamente e portando inconsciamente le mani a coprire le vergogne:
-Mi spiace, ma io non sopporto Palate al Membro. Mi volto, pur di evitarlo!

Eppure nessun vergatese lascia mai il suo piccolo centro, in larga parte per non essere deriso ogni volta che deve mostrare il proprio luogo di nascita. Vergate è una sorta di club esclusivo, assai pochi ne han sentito parlare ed ancor meno sono arrivati sin lì. Nonostante questa atavica riservatezza, Vergate sul Membro è gemellata con il ridente, ma non altrettanto, diciamo piuttosto il sorridente comune di Calci (PI), in grado come nessun altro di comprendere e condividere i pregiudizi degli estranei e dei turisti. Nessuno visita questi meravigliosi ed ameni luoghi, partendo dal falso presupposto che essere condotti o peggio essere presi a Calci sia spiacevole. Non vi dico poi a Vergate sul Membro.

Gli abitanti di Vergate, da bravi popolani discendenti dei celti più puri, si ribellano anche alla diffusa credenza popolare che il paese si chiami così in onore del terronissimo siciliano, autore peraltro di opere in contrasto con la speranzosa operosità del popolo vergatese. Pertanto, dopo aver rinunziato definitivamente al progetto di cambiare il toponimo in "Nerbate sul Membro", considerato troppo rivoluzionario, essi si limitano a gloriarsi del loro fiume, considerandolo un'esclusiva.
E per quanto il Membro sia reso dall'inquinamento brianzolo poco più che una poltiglia densissima, i vergatesi ne ostentano la durezza delle acque come elemento di forza per tutta la comunità.

La tipica espressione vergatese è presto divenuta la più famosa di tutto il Nord Italia:
-Guarda il mi Member, solo noi ce l'abbiam duro!

2 commenti:

GennaroBat ha detto...

Ma esiste davvero o è un mito?

Hugo88 ha detto...

era esattamente la domanda che volevo :D